I CONCERTI IN VILLA
XXVI edizione
Settembre 2021

 Villa Malvolti, via Trezzo 60, Mestre (VE)

 

Sabato 4 settembre 2021 ore 17.30

Venice Vocal Jam
Vincitore dei Contemporary A Cappella Recording Awards 2021 con l’album d’esordio Raìse, premiato come Miglior Album Jazz e Miglior Album Europeo del genere.

Anna Acerboni soprano
Silvia Marchesan soprano
Elisa Bortoluzzo contralto
Arianna Natural contralto
Oscar Chellin tenore
Emiliano Conte tenore
Marco Bosello basso, beatboxing

Il Venice Vocal Jam (VVJ) è un gruppo vocale a cappella italiano, di matrice contemporanea, che spazia dal jazz alla musica folk. Nato nel 2010 a Venezia, dal più celebre “Luca Pitteri & VGE Vocal Project” – storico gruppo musicale di matrice Gospel del veneziano – nel corso degli anni il Venice Vocal Jam si evolve artisticamente, sperimentando nuovi generi musicali, iniziando a concentrarsi nell’uso esclusivo della voce e diventando in breve tempo uno dei gruppi vocali emergenti maggiormente apprezzati nel settore.
I componenti del VVJ provengono da diverse province del Veneto (Padova, Venezia e Treviso) e del Friuli (Pordenone). Il nome “Venice” vuole essere identificativo delle origini territoriali del gruppo (regionali e nazionali), proponendosi di fatto non solo ad un pubblico locale, ma soprattutto internazionale (in prevalenza Nord Europeo e Americano).
Il 25 novembre 2020 è uscito l’album di debutto Raìse, prodotto da Erik Bosio, uno dei produttori più rinomati e premiati nell’ambito della musica vocale internazionale. Il titolo Raìse ha un duplice significato: radici (in dialetto veneto) ed elevarsi (in inglese). «Il nostro lavoro si basa su due concetti: “la valorizzazione delle differenze” e “l’unico come forza motrice”. Siamo 7 persone diverse (per carattere, per genere musicale di provenienza, per origini territoriali, etc.), ma il canto ci permette di superare queste differenze, creando qualcosa di unico. Il tutto riassunto nella frase inserita nel libretto: “Sette radici diverse, in continua evoluzione, che nutrendosi di musica, convergono verso un’unica armonia”».
A maggio l’album ha vinto l’ultima edizione dei Contemporary A Cappella Recording Awards 2021 americani,  nella categoria Best European Album, la competizione che da oltre 20 anni riconosce le eccellenze nella musica a cappella internazionale.

 

Sabato  11 settembre 2021 ore 17.30

Elia Cecino pianoforte
Premio Venezia 2019

F. LISZT, Tre sonetti del Petrarca
Sonetto 47 del Petrarca S. 161/4
Sonetto 104 del Petrarca S. 161/5
Sonetto 123 del Petrarca S. 161/6

Valse de Faust de Gounod S. 407

Après une lecture du Dante: Fantasia quasi Sonata S. 161/7

S. PROKOFIEV, Sonata n. 7 in si bemolle maggiore op. 83
Allegro inquieto
Andante caloroso
Precipitato

Dal 2014 Elia Cecino si esibisce con continuità in recital spaziando nel repertorio presso numerose sale europee quali il Teatro Verdi di Trieste, Teatro La Fenice di Venezia, Fazioli Concert Hall di Sacile, Teatro Toniolo di Mestre, Teatro degli Industri di Grosseto, Teatro Olimpico di Vicenza, Sala degli Affreschi della Società Umanitaria e Spazio 89 a Milano, Conservatorio di Bolzano, Villa Carlotta di Tremezzo, Sala dei Giganti di Padova, Auditorium della Gran Guardia e Società Letteraria di Verona, Palazzo De Nobili di Catanzaro, Casa della Musica di Cosenza, Palazzo Litta a Milano, Casa Mozart a Rovereto, Gesellschaft für Musiktheater di Vienna, Schloss Wolfsburg, Istituto di Cultura Italiano di Amburgo, Palatul Culturii Iași, Aula de Cultura de Murcia, Teatro Thuillier di Caravaca de la Cruz, Dvorana Glasbene Šole di Radovljica. Nel 2016 ha preso parte a un tour di concerti negli Stati Uniti. Si è proposto da solista con la Sinfónica de Galicia, Düsseldorf Symphony Orchestra, Sichuan Philarmonic, Bacau Philarmonic, FVG Orchestra, Orchestra Vivaldi di Morbegno, Joven Orquesta Leonesa, Orchestra Busoni di Empoli, Complesso d’Archi del Friuli e del Veneto, Orchestra Concentus Musicus Patavinus, Orchestra San Marco di Pordenone. Nell’ottobre 2020 la casa discografica Suonare Records ha pubblicato il suo CD di debutto dedicato a musiche di Beethoven, Chopin e Skrjabin e un secondo album monografico su Chopin é stato pubblicato da OnClassical nell’aprile 2021. Sue interpretazioni e interviste sono state trasmesse da Rai Radio 3, Radio Popolare, Rai Friuli Venezia Giulia e Radio MCA. É stato tra i protagonisti della prima edizione italiana della trasmissione TV di Rai 1 “Prodigi” a favore dell’Unicef. Allo studio del repertorio solistico Elia affianca un’intensa attività cameristica in trio e quintetto con archi con cui si è esibito in numerose rassegne concertistiche quali “Carniarmonie” a Ravascletto, “Armonie in Corte” di Udine, “Estate Concertistica di Lamole” di Greve in Chianti, “Gioie Musicali” ad Asolo, “Campus delle Arti” di Bassano, “I concerti a Palazzo” per l’Ensemble Serenissima di Sacile. Nel dicembre 2020 ha collaborato con il violoncellista Mario Brunello in occasione del 250esimo anniversario della nascita di Beethoven. Vincitore del XXXVI Premio Venezia, Elia si è affermato in Italia e all’estero in concorsi internazionali tra i quali spiccano il Ciudad de Ferrol, Pozzoli di Seregno, Casagrande di Terni, Schumann di Düsseldorf, Luciani di Cosenza, Città di Albenga, Isidor Bajic di Novi Sad, Chopin di Budapest, Marciano di Vienna, Brunelli di Vicenza, Bramanti di Forte dei Marmi. Nato nel 2001 a Treviso, Elia Cecino comincia lo studio del pianoforte a 9 anni con Maddalena De Facci sotto la cui guida si diploma da privatista con 10 e Lode presso il conservatorio di Cesena nel 2018. Nel 2020 ottiene il Diploma di Specializzazione dell’Accademia del Ridotto di Stradella studiando con Andrzej Jasinski. Si sta perfezionando con Elisso Virsaladze presso la Scuola di Musica di Fiesole. Dal 2019 Elia è artista in residenza della Fondazione “Luigi Bon” di Colugna di Tavagnacco.

 

Sabato  18 settembre 2021 ore 17.30

Lodovico Parravicini violino
Nicolò Parravicini
pianoforte

W. A. MOZART, Rondò – Allegretto grazioso in do maggiore KV 373

L. V. BEETHOVEN, Sonata per violino e pianoforte n. 3 op.12 in mi bemolle maggiore
Allegro con spirito
Adagio con molt’ espressione
Allegro molto

E. GRIEG, Sonata per violino e pianoforte op. 45 in do maggiore
Allegro molto ed appassionato
Allegretto espressivo alla romanza
Allegro animato

Lodovico Parravicini nasce nel 2005 da una famiglia di musicisti e comincia lo studio del violino all’età di 7 anni sotto la guida di Roberto Noferini, dimostrando immediatamente un talento molto precoce che lo ha portato a vincere numerosi concorsi. Nel 2016 è stato ammesso all’Accademia Musicale Internazionale Incontri con il Maestro di Imola. Nel 2020 prosegue gli studi alla Scuola di Musica di Fiesole, sotto la guida di Oleksandr Semchuk. Si è esibito più volte in diversi Teatri, tra cui Ebe Stignani e Osservanza di Imola, Masini di Faenza ed il Teatro dell’Aquila a Fermo, nelle sale da concerto di Santa Cecilia e Circolo Ufficiali a Bologna e di San Rocco ad Imola e nell’Auditorium di San Barnaba a Brescia. Durante la pandemia mondiale nel 2020 è apparso spesso sugli schermi partecipando a diversi concerti online.

Nicolò Parravicini nasce nel 2000 da una famiglia di musicisti. Ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Filomena Lopez e in seguito con il Olaf John Laneri e Denis Zardi. La sua attività artistica lo ha portato ad esibirsi più volte presso il Teatro Ebe Stignani, la Sala Grande di Palazzo Sersanti e l’Oratorio di San Rocco a Imola, alla Chiesa dei Salesiani Faenza, all’ Abbazia Pieve di Tho di Brisighella, all’Abbazia di Valsenio a Casola Valsenio, all’oratorio di San Rocco e Santa Cecilia a Bologna, Villafranca, Piove di Sacco, Verona e Venezia. All’età di 18 anni, intraprende lo studio della direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Internazionale di Imola Incontri con il Maestro sotto la guida di Marco Boni. Frequenta la facoltà ad indirizzo musicale del DAMS di Bologna.

 

Sabato  25 settembre 2021 ore 17.30

Mingus World

Maria Vicentini viola
Salvatore Maiore
violoncello

Musiche di Charles Mingus (1922-1979)

In tantissimi anni condivisi nella musica e nella vita i due musicisti hanno affinato un’intesa unica che traspare subito nella loro perfomance dal vivo. Il repertorio è interamente dedicato alla figura del grande compositore e contrabbassista Charles Mingus, una ricerca attraverso gli innumerevoli colori della sua musica in una formazione inusuale ma affine alla scrittura dell’autore. A febbraio 2020 è stato il pubblicato il loro primo lavoro discografico per l’etichetta Velut Luna Records.

Salvatore Maiore contrabbassista, violoncellista e compositore sardo attivo dalla fine degli anni ’80 ha alle spalle svariate collaborazioni concertistiche e discografiche con musicisti italiani e stranieri. Ha partecipato a più di 60 pubblicazioni discografiche oltre ad aver suonato nei maggiori festival di jazz internazionali. Tra le collaborazioni più importanti ci sono quella con Gabriele Mirabassi con il quale ha pubblicato per l’etichetta EGEA il disco “Canto di Ebano” (vincitore del Top Jazz come miglior disco dell’anno 2008) e quella con il trio Stefano Battaglia con il quale ha pubblicato quattro lavori discografici, tutti per la casa discografica ECM. Ha suonato tra gli altri con Lee Konitz, Billy Cobham, Steve Grossman, Cedar Walton, Eliot Zigmund, Gianluigi Trovesi, Luca Flores, Nicola Stilo, Enrico Rava, David Liebman, Jacques Pellen, Oliver Lake, Ralph Alessi, Pietro Tonolo, Chris Speed, Noa, Don Byron, Luciano Biondini, Gil Goldstein, Trilok Gurtu, Al Di Meola, Franco Cerri, Paolo Birro, Klaus Gesing, Oscar Del Barba. È titolare della cattedra di contrabbasso jazz presso il Conservatorio di Vicenza dal 2007.

Maria Vicentini dopo il diploma di violino si perfeziona con Dejan Bogdanovich ed Enzo Porta. Sviluppa da subito il suo interesse verso musiche non accademiche con la partecipazione ai corsi estivi di Siena Jazz, studiando Bruno Tommaso e Furio Di Castri e con i quali inizia la pratica dell’improvvisazione. Da allora partecipa a vari progetti ispirati a vari generi musicali, dal jazz alla musica klezmer al tango. Nel 2006 si diploma in Musica Jazz presso il Conservatorio di Verona. Sia come violinista che violista ha al suo attivo diverse partecipazioni a trasmissioni radiofoniche RAI, festival internazionali di world music e tournée in Europa, Stati Uniti e Australia. Ha suonato con Franco Cerri, Frank London, Ted Reichman, Martin O’Connor, Patrick Molard, Arto Tunçboyacıyan, Alexander Balanescu, Cuong Vu, Roberto Taufic, Diana Peters, Kyle Gregory, Claudio Cojaniz, Francesco Bearzatti, Roberto Dani, Mauro Ottolini, Paolo Birro, Roy Paci, Patrizia Laquidara, Peo Alfonsi, Ettore Martin, Cheryl Porter, Ilaria Pilar Patassini e Hindi Zahara. Ha partecipato a varie pubblicazioni discografiche per Egea, Caligola, ABeat Records, Blue Serge e Tzadik.

 

Biglietti: intero € 15,00 – ridotto soci Amici della Musica di Mestre, iscritti FAI e giovani € 10,00
Carnet di biglietti per i 4 concerti: intero € 50,00 – ridotto soci Amici della Musica di Mestre, iscritti FAI e giovani € 30,00

I biglietti e i carnet sono in vendita da lunedì 30 agosto presso la sede degli Amici della Musica di Mestre, viale G. Garibaldi 44/A a Mestre. Orario: da lunedì a venerdì 9.00 – 12.00, lunedì e giovedì 15.00 – 18.30; oppure presso la Villa i giorni dei concerti a partire dalle ore 16.00.

Villa Malvolti: parcheggi nelle vicinanze o è raggiungibile con autobus ACTV linea 3 oppure con le linee per il Terraglio (fermata Villaggio Sartori).

La rassegna sarà realizzata nel rispetto della normativa Anticovid vigente.

Iscriviti all'Associazione

Partecipa e sostieni i progetti della cultura musicale in città

Abbonati all'emozione

Acquista subito la tua poltrona al centro della grande musica

Scopri chi siamo

La nostra storia e tutte le indicazioni utili a conoscerci meglio